ASSODIMI - ASSONOLO

Associazione Distributori Noleggiatori
Centri Assistenza e Formazione
di macchine e attrezzature strumentali

Tyrolit per il teleriscaldamento a Brescia

Tyrolit per il teleriscaldamento a Brescia

Un intervento da Premium




 
 La tecnologia Tyrolit all’opera a Brescia nella decostruzione parziale di un muro risalente all’epoca romana. L’impresa specializzata Tecnotagli ha effettuato carotaggi e tagli con filo diamantato per l’estrazione dal sottosuolo di un blocco del peso di 900 quintali nella centrale Piazza della Repubblica, durante i
lavori per la posa degli impianti per il teleriscaldamento.
La tecnica della demolizione controllata è stata protagonista a Brescia nel recupero di un muro, risalente all’epoca romana, individuato durante i lavori di scavo per la posa degli impianti per il teleriscaldamento, in Piazza della Repubblica. Le operazioni di scavo hanno infatti fatto emergere questa struttura che per la sua
indubbia valenza storica meritava di tornare alla luce.
La direzione dei lavori ha quindi deciso di recuperarne una parte e quindi, invece di far passare i cavi attraverso la muratura, è stato definito il progetto per il recupero di un tratto, un recupero che, oltre a garantire un lavoro rapido e pulito, avrebbe salvaguardato la struttura del muro, un’opera realizzata circa mille anni fa.
Per questa particolare operazione di recupero, della durata complessiva di otto giorni, l’impresa Tecnotagli di Diego Tedoldi, con sede a Brescia, si è affidata alle macchine e alle attrezzature di Tyrolit per il taglio e il carotaggio, strumenti e tecniche non invasive che hanno consentito il recupero della parte di muratura in modo
preciso e pulito.
Per il taglio verticale laterale del muro – un blocco con base 3,6 metri, 3,4 metri di altezza e 3,60 di profondità - è quindi stato utilizzato il filo diamantato Tyrolit DWL*** CL Premium, sinterizzato per calcestruzzo, con un rendimento di taglio veloce e costante, applicato alla macchina a filo SB, con centralina PPH 25. Le
operazioni di taglio si sono svolte in due giorni.
Dopo aver svolto queste operazioni, si è passati alla realizzazione di piccoli carotaggi alla base del muro, del diametro di 52 mm, per consentire il passaggio del filo diamantato. Si è quindi proceduto al taglio della base del muro e, successivamente, alla realizzazione di dieci carotaggi diametro 250 mm, sempre alla base del muro, per facilitare il posizionamento delle putrelle che, fungendo da base di appoggio, avrebbero poi permesso l’estrazione del blocco.
Confinamento del reperto Le operazioni di carotaggio sono state effettuate, in complessivi quattro giorni, con la carotatrice Tyrolit modello DRA 500 in versione
idraulica e ai foretti Tyrolit TGD CDM Premium.
Al termine delle operazioni il blocco della muratura di età romana del peso di circa 900 quintali è stato sollevato e trasportato in una vicina area a verde di Piazza della Repubblica, e collocato come un vero e proprio monumento. Le operazioni per il passaggio dei cavi per il teleriscaldamento sono state quindi riprese e completate.

Notizia del socio:

Contattaci

Campi Richiesti *