Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

Boels propone un'offerta da 650 milioni di dollari per Cramo L'azienda olandese vorrebbe acquistare tutte le azioni di Cramo

Boels propone un'offerta da 650 milioni di dollari per Cramo

  • 11/11/2019
L'azienda olandese vorrebbe acquistare tutte le azioni di Cramo

La società di noleggio olandese Boels è la società che ha fatto un'offerta per acquisire Cramo, in seguito all'annuncio originale del 5 novembre che Cramo era in "trattative avanzate" con un potenziale acquirente.

È stata fatta un'offerta di € 13,25 per azione, valutando Cramo a circa € 592 milioni. Il consiglio di amministrazione di Cramo ha raccomandato ai suoi azionisti di accettare l'offerta.

Ciò rappresenta un premio di circa il 31,2% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni di Cramo su Nasdaq Helsinki il 4 novembre, il giorno prima dell'annuncio che Cramo stava valutando un'offerta.

La combinazione di Boels e Cramo creerebbe un'attività di noleggio con un fatturato annuo complessivo di circa 1,25 miliardi di euro, collocandosi proprio dietro Loxam, che ha acquisito Ramirent all'inizio dell'anno. Inoltre, con oltre 750 depositi, avrebbe una delle reti più grandi in Europa.

Pierre Boels, CEO di Boels, ha dichiarato: "La nostra visione è quella di costruire un leader europeo nel mercato del noleggio di attrezzature ... ha unito la società sarà un attore leader in Europa con un business in 17 paesi e una delle prime tre posizioni in 12 di quelli. Sarà ben diversificato in termini di clienti, aziende e aree geografiche.

"Combineremo attrezzature a noleggio, dati, sicurezza ed esperienza per migliorare l'efficienza dei clienti. Le nostre società si conoscono bene e si adattano bene sia strategicamente che culturalmente. "

Leif Gustafsson, CEO di Cramo, ha dichiarato che, a seguito della scissione di Adepteo, “Abbiamo ora rimodellato la società, lanciato una nuova strategia, preso le misure giuste per migliorare le prestazioni e gettato le basi per differenziarci dalla concorrenza. Questo lavoro ha dato i suoi frutti.

"Ora la combinazione con Boels, che rispettiamo molto, ci dà l'opportunità di fare il passo successivo nel nostro impegno a servire gli interessi dei nostri clienti, dipendenti e altri stakeholder."

Il periodo di offerta dovrebbe iniziare il 25 novembre e durare circa 7 settimane. Se l'offerta viene accettata, non si prevede che abbia effetti materiali immediati sulle operazioni, sui dipendenti o sui luoghi di lavoro di Cramo, sebbene il consiglio di amministrazione di Cramo verrebbe modificato.

Boels impiega oltre 4.200 persone e ha circa 450 depositi in 11 paesi. La società ha raddoppiato all'incirca i suoi ricavi ogni cinque anni attraverso la crescita organica e le acquisizioni dalla sua fondazione nel 1977. Nel 2018, ha realizzato ricavi per € 579 milioni, classificandosi al 22 ° posto nella classifica IRN100 di quest'anno.

Cramo serve circa 150.000 clienti attraverso 300 depositi in 11 mercati. Ha generato ricavi per 780 milioni di euro nel 2018, posizionandosi al 14 ° posto nell'IRN100 e il suo EBITDA (utili prima di interessi, imposte, ammortamenti) è stato di 104 milioni di euro. Rettificato per escludere la scissione della sua attività modulare Adapteo a luglio, i ricavi del 2018 sono stati di 632 milioni di euro.

 

Fonte: KHL

CONTATTACI