Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

DPCM 22 marzo 2020. Buone prassi se si deve continuare ad operare Approvato il decreto che  intensifica le misure di contenimento previste per il contrasto all’emergenza epidemiologica. Qualche consiglio per i noleggiatori.

DPCM 22 marzo 2020. Buone prassi se si deve continuare ad operare

  • 23/03/2020
Approvato il decreto che intensifica le misure di contenimento previste per il contrasto all’emergenza epidemiologica. Qualche consiglio per i noleggiatori.

Le nuove misure sono efficaci a partire da oggi (salvo quanto precisato nel seguito) e fino al prossimo 3 aprile. Il principio di fondo è la sospensione di tutte le attività industriali e commerciali, accompagnato però da una serie di eccezioni e precisazioni. Per quanto concerne le attività commerciali rimangono ferme le misure previste dai precedenti provvedimenti.

Sono state introdotte varie eccezioni individuati dall'allegato al DPCM e basate su un elenco di codici ATECO. Tale elenco dei codici potrà essere integrato con decreto del MISE, sentito il MEF.

Al contempo, è prevista la prosecuzione di tutte quelle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere indicate in Allegato, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali, di cui pure è prevista la prosecuzione. La continuità produttiva è assicurata attraverso una procedura semplificata, basata su una comunicazione al Prefetto competente per territorio. Nella comunicazione andranno indicate le imprese o le amministrazioni destinatarie delle attività svolte.

Come operare in pratica se la vostra attvitià non è nell'elenco dei codici Ateco ma svolge attività funzionali alla continuità di tali aziende:

  1. Inviare comunicazione al prefetto che la vostra sede/filiale rimane operative
    • esempio di lettera - esempio lettera con committente da mettere su propria carta intestata
    • inviare una PEC specificando che la vostra azienda rimarrà aperta per il seguente motivo: "punto D art. 1 del DPCM 22/03/2020"
    • elenco PEC reperibile qui
    • NB: il decreto prevede che la comunicazione venga inviata per ogni clienti, ma essendo un operazione difficile da rispettare visto il numero dei servizi da erogare, alcuni noleggiatori Assodimi hanno deciso di inviare una singola comunicazione e di mantenere traccia della richiesta dei clienti in archivio e di fornire tale richiesta al proprio operatore.
    • NB: ogni prefetto vorrebbe la propria lettera, in calce tutti gli esempi per ogni prefettura
  2. Il cliente che dovete servire dovrà essere fra le aziende operative in base al decreto
    • non spetta a voi un controllo specifico del punto 2, ma se la richiesta arriva da un azienda palesemente non inserita nel decreto non dovreste servirla
  3. Se il cliente viene a prendere un bene presso la vostra azienda non dovete fare altro
  4. Se dovete recarvi voi dal cliente
    • Predisporre il modulo di autocertificazione da portare durante lo spostamento
    • Consigliamo di portare dietro anche copia della PEC inviata al prefetto e la richiesta del cliente (in caso di controlli da parte delle autorità competenti serviranno per far vedere il motivo reale dello spostamento e che è stato il cliente a richiederlo)

È comunque fortemente consigliabile di attivare forme di lavoro agile a distanza dove sia possibile. Se avete bisogno anche di informazioni tecniche contattare la segreteria soci.

 

Fac Simili lettere suddivisi per prefettura

Di seguito la lista delle istruzioni e dei moduli valevoli per ciascuna Prefettura:

NOTIZIE DEL DOSSIER Situazione Covid-19

FAQ sul DPCM del 22 marzo

Sospensione contrattuale ed altre problematice a seguito della situazione Covid-19

FAQ Assodimi su Situazione Covid-19

DPCM 22 marzo 2020. Buone prassi se si deve continuare ad operare

Note sul DL CuraItalia

Aggiornato il modulo Autocertificazione per spostamenti. Agg al 26/03

decreto CuraItalia sintesi contenuti

Chiudere o tenere aperto oppure…..

Fac-simile protocollo aziendale e informativa trattamento dati personali

Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto Covid19 nelle aziende

Confindustria-Emergenza COVID-19 - Nuove misure Cdp per le imprese

COVID-19: vademecum di tutela del lavoratore dal rischio biologico virale

Confindustria - Emergenza COVID-19 - Il Fondo di Garanzia per le PMI conferma in automatico la copertura in caso di moratoria

Coronavirus: la digitalizzazione a supporto di cittadini e imprese

Decreto 11/03/2020 // Covid-19

Noleggio durante il Covid-19, come vi comportate per la richiesta di sospensione del contratto?

Ance su Covid-19

Clausola contrattuale FORZA MAGGIORE

Dati di mercato, andamento del noleggio durante il Covid-19

CONTATTACI