Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

In arrivo la piattaforma di lavoro mobile anti coda per cantieri autostradali Un ponteggio “in movimento” tutto made in Italy che promette di rendere più scorrevole il traffico autostradale anche durante i lavori

In arrivo la piattaforma di lavoro mobile anti coda per cantieri autostradali

  • 19/08/2020
Un ponteggio “in movimento” tutto made in Italy che promette di rendere più scorrevole il traffico autostradale anche durante i lavori

È stata brevettata in queste settimane Chimera, la piattaforma di lavoro mobile, ideata da un team di ingegneri italiani, per ridurre tempi e costi dei cantieri autostradali fino al 30%, con notevoli vantaggi anche sulla scorrevolezza del traffico.

Chimera, che sta per utopia, sembra quindi promettere di rendere reale il sogno vano di poter andare in vacanze senza fare la classica coda da esodo causa cantiere… facendo ricorso ad innovazione, tecnologia ed ingegno.

Sembra impossibile, proprio come l’esistenza della chimera, la leggendaria creatura mitologica formata con parti del corpo di animali diversi, eppure questa piattaforma di lavoro mobile è in grado di far risparmiare su 1 chilometro di interventi in galleria, 10 giorni di lavoro.

Ponteggio su carro trainabile svincolato dalla base a terra

L’unicità del ponteggio sta nell’essere disposto al di sopra di un carro trainabile, ciò lo rende svincolato dalla struttura tradizionale con base a terra. Può essere così spostato molto più velocemente dei tradizionali ponteggi, senza dover fermare la circolazione stradale. La piattaforma di lavoro mobile evita il traffico perché può essere allestita fuori dalla carreggiata.

Zavorre integrate (tipo big bag o casseformi), contrappesi riempibili direttamente in cantiere, fanno da sbalzo, con un sistema di controllo anti-ribaltamento.

Il sistema “Chimera” è costituito da un rimorchio a portata elevata, trainabile da qualsiasi mezzo di cantiere. Può essere utilizzato in diversi contesti: gallerie, ponti e viadotti, muri di contenimento, manutenzione di aeromobili.

Il brevetto è di Dedalo.Tech, una giovane realtà veneta che sviluppa progetti specialistici per il settore delle opere provvisionali dei cantieri. È già in uso presso EuroEdile, società del settore specializzata in soluzioni innovative per i cantieri più complessi.

 

Fonte: TCE Magazine

CONTATTACI