Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

SaMoTer: nella fiera più antica del settore pulsa un cuore di innovazione Dal 21 al 25 marzo 2020 si terrà, a Verona, la 31esima edizione della Fiera SaMoTer

SaMoTer: nella fiera più antica del settore pulsa un cuore di innovazione

  • 18/12/2019
Dal 21 al 25 marzo 2020 si terrà, a Verona, la 31esima edizione della Fiera SaMoTer

L’evento fieristico più importante in Italia per il comparto delle macchine per costruzioni si propone oggi al pubblico, con un format innovativo e al passo con le esigenze più attuali, pur conservando i valori legati ad una tradizione di eccellenza nata nel 1964.

“La storicità dell’evento – spiega Luciano Rizzi, Exhibition Manager di SaMoTer– per noi è un grande valore, anche perché sappiamo bene che i nostri visitatori sono legati alla manifestazione anche per una componente emotiva. Il nostro sguardo però, è sempre orientato al futuro come dimostrano il format rinnovato e le iniziative messe in campo per rispondere concretamente alle esigenze di business e di internazionalizzazione delle aziende, in continuo cambiamento”.

Anche SaMoTer, come un po’ tutto il mondo delle fiere e dell’industria in generale, ha dovuto reinventarsi per restare fedele alla sua natura: essere punto di incontro e di scambio per gli operatori del comparto macchine per costruzione.

Per continuare a rivestire questo ruolo, SaMoTer ha saputo porsi come partner per le imprese del suo comparto di riferimento, sviluppando un modello di fiera tailor made, sempre più interattiva, dinamica, orienentata all’incoming dei buyer dai paesi target e all’internazionalizzazione del business, senza dimenticare aggiornamento e formazione degli operatori.

Come è cambiata SaMoTer negli anni

L’edizione del 2014 ha rappresentato un punto di svolta.
Veronafiere, infatti, ha preso atto che il mercato, dopo 6 anni di crisi economica generale – che ha portato il settore delle costruzioni in Italia a contrarsi dell’80% – andava affrontato in modo completamente diverso, assecondando esigenze e dinamiche nuove.

Nel 2017 il cambiamento si è reso tangibile con un rinnovato rapporto con gli espositori e le aziende bacino di utenza. Un rinnovamento che ha dato i suoi frutti concretizzandosi negli 80.000 visitatori dell’edizione del 2017.

Tra le iniziative proposte dal nuovo format SaMoTer ci sono una serie di eventi di avvicinamento, sparsi sul territorio italiano come i road show. Appuntamenti locali durante i quali SaMoTer incontra il pubblico, creando occasioni di confronto su temi importanti.

Il 29 ottobre SaMoTer ha illustrato anche un’interessante analisi che descrive la condizione del parco macchine per costruzioni in Italia. L’indagine è stata presentata in occasione della sesta edizione del Samoter Day, vero e proprio strumento di marketing intelligence a servizio del comparto. Un report di grande interesse che mancava, nel nostro Paese, da 10 anni.

Un’altra importante novità della prossima edizione di SaMoTer riguarda il quartiere espositivo veronese. Aziende e visitatori potranno beneficiare dei primi di una serie di interventi di rigenerazione delle strutture, previsti dal Piano industriale al 2022 di Veronafiere, con 105 milioni di euro di investimenti per renderlo tra i più attrattivi e fruibili in Europa.

Prima di tutto, l’ingresso Re Teodorico, completamente ripensato e con una copertura avveniristica e poi la nuova porta “E”, con 5 corsie dedicate alla logistica per allestimento e disallestimento.

Samoter sarà anche la prima fiera che sperimenterà il ribaltamento dell’asse di utilizzo del quartiere, dall’orientamento classico Est-Ovest, a quello Nord-Sud, con l’obiettivo di potenziare accessibilità e integrazione tra infrastrutture e servizi.

SaMoTer: 31 edizioni e 53 anni di storia

1964 prima edizione
SaMoTer alla Fiera di Verona è la fiera dedicata alle macchine movimento terra, fino ad
allora parte integrante di Fieragricola.

1971
La manifestazione entra nell’UFI (Union des Foires Internationales), l’organismo che riunisce gli organizzatori di rassegne di maggiore spessore internazionale.

1973
Nasce il Concorso Internazionale Novità Tecniche, una delle più qualificate e selettive vetrine dell’evoluzione tecnica e tecnologica del comparto.

1993
SaMoTer diventa triennale, con un accordo di alternanza con i maggiori saloni internazionali (Intermat di Parigi e Bauma di Monaco). Vengono introdotti altri segmenti emergenti: tunneling, noleggio, distribuzione, approfondimento tecnico-scientifico, ricerca. SaMoTer viene anche inserita nel ciclo delle fiere europee patrocinate dal CECE, il Comitato che raggruppa le associazioni dei costruttori di macchine movimento terra e per le costruzioni.

2008
Vengono introdotti i percorsi tematici dedicati ai singoli comparti.

2011
SaMoTer arriva in Egitto con MS Africa-Marmomac+SaMoTer, evento organizzato al Cairo e che porta in Nord Africa il know-how di Veronafiere nei settori del movimento terra e del marmo.

2014
SaMoTer amplia la propria offerta espositiva ospitando Asphaltica, salone sulle tecnologie e soluzioni per pavimentazioni stradali, sicurezza e infrastrutture viarie organizzato insieme a Siteb.

2017
SaMoTer taglia il traguardo delle 30 edizioni, con un focus sulle macchine movimento terra e sulle soluzioni per la prevenzione del dissesto idrogeologico e gli interventi in contesti ambientali a rischio. Il salone vede il ritorno di molte importanti aziende internazionali e per la prima volta si svolge a Verona insieme a Transpotec Logitec, rassegna di Fiera Milano su autotrasporto e logistica.

 

Fonte: TCEmagazine

CONTATTACI